-->
19
Nov-2020

Gli Alpaca del Monte Amiata

Itinerari   /  
Avete mai incrociato lo sguardo con un alpaca?
Sembranio usciti da un film fantasy, gli manca solo la parola!
Vi guardano, vi scrutano e … vi giudicano!

Gli Alpaca, dalle Ande al Monte Amiata.
In questo video offerto dall’Hotel le Macinaie conosceremo questi simpatici animali dall’aspetto nobile e fiero.
Gli Alpaca sono animali estremamente curiosi e inevitabilmente ci si sente da loro osservati e perfino giudicati tanta è la loro attenzione nei nostri confronti.
Gli Alpaca sono arrivati alle pendici del Monte Amiata per merito di un ingegnere, Riccardo Romanelli, che all’inizio degli anni duemila ha deciso con la moglie Rossella di cambiare vita trasferendosi da Firenze nel Chianti per avviare un allevamento di questi bellissimi animali che da quattro iniziali sono ben presto cresciuti in numero fino a richiedere uno spazio maggiore che è stato trovato a Santa Fiora, alle pendici del Monte Amiata.

Oggi gli alpaca dell’allevamento di Riccardo e Rossella sono ben cinquantanove e sono divisi in tre greggi per gestirne in modo opportuno le relazioni.
Gli alpaca dell’Amiata sono trattati benissimo da Riccardo e Rossella e per loro ormai fanno parte della famiglia, ogni sera gli animali rientrano dai pascoli nei recinti vicino alle stalle e vengono contati, una sorta di appello per vedere che stiano tutti bene.
Ognuno ha il suo nome ma non solo, il suo carattere e una personalità differente dagli altri.

Gli alpaca sono originari del Sud America e la loro lana era definita “l’oro degli Inca”, gli imperatori Inca infatti si vestivano con abiti preziosi ricavati dalla lavorazione della loro lana.
Anche la famiglia di Riccardo Romanelli ovviamente produce lana e derivati grazie al suo allevamento.

L’alpaca è l’unico produttore di lana che oltre ad essere calda, leggerissima e antiallergica, ha una gamma di ben 20 colori naturali che variano dal bianco al nero, passando per i grigi e tutte le tonalità dei marroni.
Volendo valorizzare questa preziosa risorsa, non senza difficoltà, Riccardo e Rossella sono riusciti ad ottenere un filato puro al 100%, con il quale realizzano capi di maglieria ed accessori lavorati a mano, a macchina e a telaio.

0

 ama / 0 Kommentare
Condividi questo post:

Commenta questo post


Fare clic sulla forma per scorrere

Archivio

> <
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec